Sviluppi di Mild Hybrid | Moditech.com
Venerdì, Maggio 31st 2019
Read our Newsletter online

Trovaci anche noi:      

Sviluppi di Mild Hybrid

Notizie da Moditech Rescue Solutions BV

Nella newsletter di marzo 2018 abbiamo valutato gli aspetti tecnici alla base del sistema Mild Hybrid. Sulle strade sono presenti sempre più veicoli dotati di questa tecnologia, perciò desideriamo analizzarne nuovamente gli sviluppi.

Maggiori informazioni sul tema nella newsletter di questo mese!

 

INGEGNERIA MILD HYBRID
Quando vi abbiamo informati sulla tecnologia Mild Hybrid circa un anno fa, ne erano dotati solo pochi modelli, come Audi A8, Suzuki Swift, Baleno, Renault Scenic e Grand Scenic. Al momento molti più modelli sono dotati di tale impianto a 48 volt e in futuro non faranno che aumentare.

In poche parole, un sistema Mild Hybrid è composto da una batteria a 48 volt, un convertitore CC/CC e una dinamo a 48 volt che funge da impianto d’avviamento e generatore. La potenza della batteria sostiene il motore in fase di accelerazione mediante la dinamo. In questo modo, il consumo del motore diminuisce. Durante la decelerazione, l’energia di frenatura viene convogliata, tramite la dinamo (che in questo caso funge da generatore), verso la batteria a 48 volt, che viene così ricaricata. Se l’auto è ferma o marcia a bassa velocità, l’impianto a 48 volt può prendere il controllo della trazione e sostenere l’alimentazione del circuito a 12 volt.

 

ESEMPI
Negli esempi che seguono riesamineremo le possibili strutture di un sistema Mild Hybrid. NOTA BENE: È interessante notare che le strutture variano per costruttore, ma anche i diversi modelli della stessa casa differiscono tra loro in quanto a struttura e posizionamento della batteria.

Audi A6, A7 e A8:
In questo impianto a 48 volt sia le batterie sia il convertitore CC/CC si trovano nel retro dell’auto.

Audi A4, A5 e Q5:
Questo sistema presenta una struttura simile a quella trovata nell’A6/A7 e A8, tuttavia la dinamo impianto d’avviamento/generatore di questi modelli è supportata da una batteria a 12 volt anziché una a 48 volt. Naturalmente, ne consegue un appoggio minore.

I modelli Audi A6 e A7 con motore a 4 cilindri dispongono anch’essi di questo sistema Mild Hybrid a 12 volt. In questa configurazione, la batteria Mild Hybrid a 12 volt è spostata nel vano motore, come mostrato in questa immagine del Crash Recovery System:

 

Volvo XC90 e XC60:
Questo mese usciranno i modelli Volvo XC90 B5 XC60 B4. Sono dotati di un motore diesel 2.0 con tecnologia Mild Hybrid, in cui entrambe le batterie sono posizionate nel portabagagli.

 

Hyundai / Kia:
Hyundai e Kia hanno dotato i modelli Tucson e Sportage di un sistema Mild Hybrid in cui la batteria a 12 volt è posizionata nel vano motore e quella a 48 volt è nel portabagagli.

 

Mercedes-Benz:
Anche Mercedes-Benz ha equipaggiato diversi modelli con la tecnologia Mild Hybrid, tra cui CLSClasse S e Classe E CoupéNOTA BENE: se prendiamo come esempio la Classe E Coupé, si nota che nelle versioni senza sistema Mild Hybrid la batteria a 12 volt si trova nel vano motore. Nella versione Mild Hybrid, questa è sostituita dalla batteria a 48 volt mentre quella a 12 volt è posizionata nel portabagagli.

 

Mazda:
Anche Mazda ha dotato le nuove Mazda 3 hatchback e berlina di un sistema Mild Hybrid. Mazda ha scelto di montare la batteria Mild Hybrid sotto l’auto, sul lato destro. NOTA BENE: La particolarità di questo sistema risiede nella batteria Mild Hybrid a 24 volt che sostituisce quella ordinaria a 48 volt. Anche la nuova CX-30 sarà dotata di questo sistema.

 

IN FUTURO
Nel breve termine, seguiranno molti altri modelli dotati di sistema Mild Hybrid. Si prevede che per ogni nuovo modello sarà disponibile una variante Mild Hybrid. Mild Hybrid è un modo relativamente semplice per i costruttori di ridurre il consumo di carburante e le emissioni per poter rispettare le normative sempre più rigorose. Di seguito riportiamo alcuni altri esempi di modelli futuri.

Ford:
Quest’anno, Ford introdurrà la prima versione Mild Hybrid nel nuovo modello Ford Transit. L’anno prossimo seguiranno Ford Fiesta, Focus, Transit Connect e Custo.

Land Rover:
Land Rover ha equipaggiato per la prima volta il nuovo modello Range Rover Evoque con la tecnologia Mild Hybrid in cui la batteria e il convertitore CC/CC sono integrati e posizionati sotto l’auto.

Volkswagen:
Concludiamo con Volkswagen. Anche la Golf 8 di nuova generazione sarà dotata di sistema Mild Hybrid. Ci si aspetterebbe un sistema identico a quello di Audi, ma non è così. Volkswagen ha scelto di costruire un sistema in cui la batteria Mild Hybrid è posizionata sotto al sedile del passeggero.

 

IMPORTANTE PER I SOCCORRITORI
Come abbiamo illustrato, il sistema Mild Hybrid viene implementato e posizionato in modo diverso da quasi tutti i costruttori. Per questo motivo, è molto importante per i soccorritori sapere quali componenti si trovano nel veicolo e dove precisamente! Abbiamo aggiunto allo scorso database di maggio 2019 alcuni dei veicoli riportati qui sopra. I modelli futuri seguiranno a breve.

NOTA BENE: Anche se la seconda fonte di alimentazione non è collegata al sistema SRS, è comunque necessario scollegarla per mettere il veicolo completamente fuori tensione. Quando non è possibile scollegare la batteria, è necessario tenerlo presente mentre si lavora al veicolo. Queste informazioni sono disponibili in Crash Recovery System!

Quando i veicoli “Mild Hybrid” vengono richiamati consultando le targhe, li troverete registrati come veicoli Benzina/Elettrici. Questo può confondere il soccorritore perché questa non è una trazione a tutti gli effetti come nei veicoli “ibridi” o “ibridi plug-in”. È la conseguenza del modo in cui i veicoli vengono inseriti nel registro delle targhe. In questa situazione è importante che il soccorritore comprenda appieno le informazioni riportate in Crash Recovery System prima di intervenire. Crash Recovery System, Know what's inside!